Recensione | Nitroplus Blasterz: Heroines Infinite Duel

Recensione | Nitroplus Blasterz: Heroines Infinite Duel

Il panorama del sottobosco pc è talmente vasto che non basterebbero secoli di pubblicazioni a coprirlo. Tra la sterminata varietà di inde games e i porting di giochi console ogni adoratore del mouse e tastiera avrebbe da giocare per anni, qualora per qualche malaugurata ragione decidesse di abbandonare le esclusive e i multipiattaforma. Capita quindi che anche giochi non proprio famosissimi, prodotti talmente di nicchia da far impallidire qualsiasi hipster videoludico, ottengano un porting per le versioni PC, nel tentativo di racimolare più utenza possibile. E’ questo il caso di Nitroplus Blasterz: Heroines Infinite Duel, arrivato su PC sul finire del 2016 sempre ad opera di EXAMO, portando tutto il carico di nonsense nipponico di cui è capace. Amiamo Marvelous in modo quasi maniacale, ma forse anche loro dovrebbero sapere quando è troppo.

Do I smell fan service?

Nitroplus-Vids_10-23-15Nitroplus Blasterz: Heroines Infinite Duel è un picchiaduro in 2D con personaggi anime provenienti da alcune delle novel giapponesi più di nicchia che si rammentano, con il risultato di avere tra le mani un prodotto che difficilmente avrà appeal per il pubblico occidentale, a meno di non essere realmente interessati a quel panorama estremamente elitario di cui facevamo riferimento prima. In questa recensione non approfondiremo l’aspetto del gioco, già ampliamente trattato nell’esaustiva e tecnica recensione del nostro sempre impeccabile Daitarn (e che potete trovare a questo indirizzo), ma parleremo invece della qualità del porting, visto che il prodotto originale aveva sì qualche sprazzo qualitativo, ma parliamo sempre e comunque di un titolo non proprio al top della forma.

Poteva quindi essere questa l’occasione per rilanciare il gioco e migliorare alcuni tra gli aspetti più controversi di Nitroplus Blasterz, ma purtroppo qualcosa è andato storto. Ma andiamo con ordine. Le modalità di gioco sono sempre le stesse, senza alcuna nuova aggiunta a rimpolpare le fila delle lottatrici. Una modalità storia abbastanza scialba e quasi campata per aria dove si combatte molto per 9 stage e si parla poco, ed un definita “Another Story” dove si parla molto e si combatte poco. L’intermezzo narrativo si presenta come tutte le visual novel di stampo giapponese, con lunghi wall text e dialoghi assurdi tra le varie protagoniste, ma se tralasciamo l’ambientazione pseudo lovercraftiana completamente buttata a caso (frutto ancora una volta dell’influenza da visual novel), non troverete nulla di davvero interessante.

Di diversa foggia sono invece le combattenti, quattordici eroine provenienti dalle visual novel giapponesi e fatte combattere tra di loro per la gioia dei fan. I personaggio non sono cambiati e sono state inseriti nella versione PC tutte le lottatrici di supporto disponibili finora, anche quelle che erano acquistabili separatamente come DLC che comprendevano le ragazze di Senran Kagura e Arcana Heart, oltre a tutti i colori alternativi già sbloccati. Le altre modalità, come l’attacco a tempo, l’allenamento e quella online sono del tutto analoghe alla controparte Playstation.

Le infinite variabili dei porting

Nitroplus-Blasterz-1Heroines-Infinite-Duel Venendo alla parte tecnica, la nostra analisi è ruotata attorno a tre fattori fondamentali, ovvero i controlli, il frame rate e il comparto online, tutti aspetti che in un picchiaduro sono fondamentali. Nitroplus Blasterz è un titolo molto entry level, non pensato sicuramente come antagonista principale per altri mostri sacri del genere, ma poteva essere sfruttato in maniera sicuramente più intelligente senza per forsa scadere nel più becero fanservice, regalando un titolo abbastanza mediocre e infarcito di ragazzine ammiccanti e che sparano gatti. Partiamo dai comandi, primo scoglio di un picchiaduro su PC. Come potrete ben immaginare, la mappatura di default per la tastiera è incredibilmente scomoda, se non inutile, data appunto la totale inadeguatezza della tastiera in titoli del genere. Non che ci aspettassimo una rivoluzione, ma perlomeno un piccolo e timido tentativo di ottimizzazione sarebbe stato certamente gradito. Viene quindi naturale e obbligato orientarsi verso il joystick, ma anche qui le cose purtroppo ci hanno fatto storcere il naso. I controlli sono sì molto più comodi, ma entra in gioco un fattore troppo importante per non essere considerato: l’imput lag. Alla pressione di un tasto per le combo, il ritardo che c’è tra la pressione e l’esecuzione è sensibile, facendo provare al giocatore quella fastidiosissima sensazione di guardare un incontro in differita. Si capisce benissimo come in un genere altamente frenetico e skill based come quello dei picchiaduro, avere a che fare con un problema del genere può essere abbastanza frustrante.

nitroplus-blasterz-05Il secondo problema che abbiamo riscontrato, già presente nella versione originale, è quello del frame rate inchiodato del gioco. Nonostante l’aumento di risoluzione, era logico aspettarsi un miglioramento degli FPS, soprattutto per la macchine con una potenza di calcolo maggiore come ormai la stragrande maggioranza dei PC. Invece Nitroplus Blasterz continua con il suo frame rate letteralmente bloccato, con il risultato imbarazzante di pochissimi FPS in un titolo che dovrebbe essere frenetico. Un vero peccato, perché la sensazione di lentezza generale è persistente e praticamente impossibile da ignorare.

Ultimo, ma non per importanza, il comparto online. Non possiamo nascondere di aver faticato a trovare degli avversari, ma un po’ ce lo aspettavamo. Con nostra sorpresa però il netcode si è rivelato incredibilmente stabile, dandoci la possibilità di poter essere massacrati dai nostri avversari in tutta tranquillità. Massacrati è il termine giusto, visto che la nostra esperienza online ha messo in evidenza l’eccessivo sbilanciamento di alcuni personaggi rispetto ad altri e l’impossibilità per i giocatori neofiti di poter interrompere le combo da parte degli utenti più esperti. Non che questo sia eccessivamente un difetto, ma per un prodotto che punta ad essere introduttivo al genere, una mancanza totale di tutorial e un sistema di combattimento altamente punitivo, queste mancanze sono estremamente gravi.

PRO:

  • Tutti i contenuti già disponibili
  • Netcode stabile

CONTRO:

  • Prodotto estremamente di nicchia
  • Imput lag sensibile
  • Frame rate inchiodato
  • Qualche problema di bilanciamento

Versione testata: PC

Voto: 5

Commenti

commenti

Leave a Comment

WordPress spam blocked by CleanTalk.